Calendario 2008

16 agosto, Bellagio
Quartetto Corelli

17 agosto, Varenna
Eugenio De Rosa

20 agosto, Menaggio
Marco Sollini

22 agosto, Varenna
Matarrese-Chillemi

28 agosto, Cadenabbia
Zapparoli-Ferrarini-Sacchi

4 settembre, Varenna
Quartetto di Sax Accademia

6 settembre, Malgrate
Beckert-Wasser

10 settembre, Loveno
Nazzareno Carusi

>>>scarica la locandina 2008 in .pdf

Visita il canale del Festival con i video delle passate edizioni:
YouTube/LakeComoFestival

10 settembre, 21:00
Villa Vigoni, Loveno di Menaggio

NAZZARENO CARUSI

PROGRAMMA: ANNEES DE PELEGRINAGE

D.Scarlatti (1685-1757): Sonata in mi maggiore K 20 - Presto
Sonata in sol minore K 450 - Prestissimo
Sonata in la minore K 109 - Andante Adagio
Sonata in re minore K 1 - Allegrissimo
Sonata in sol maggiore K 13 Presto

Franz Liszt (1811-1886): Années de Pèlerinage, Deuxième Année: Italie
- Il Penseroso
- Après une lecture de Dante (Fantasia quasi Sonata)

 

I MUSICISTI: NAZZARENO CARUSI (pianoforte)

 

È nato a Celano nel 1968 ed è stato allievo di Alexis Weissenberg e Viktor Merzhanov.

Dopo aver ottenuto il Terzo Premio al "Concurso Internacional 'Luis Sigall' 1992" di Viña del Mar (Cile) e aver vinto i "Rencontres Internationales de Piano 1995" a Parigi, il "National Federation of Music Clubs Competition 1993" a Buffalo (USA) e sei competizioni pianistiche italiane, nel 1999 ad Engelberg (Svizzera) gli è stato assegnato dallo stesso leggendario pianista il “Premio Alexis Weissenberg”.

È stato invitato a suonare in tutto il mondo: al Teatro alla Scala di Milano, alla Carnegie Hall e all’Auditorium delle Nazioni Unite di New York, al Teatro Colón di Buenos Aires, al Jane Mallet Theatre di Toronto, alla Federation Hall di Melbourne, per la Jewel Box Series di Chicago, alla Zipper Concert Hall di Los Angeles, all’Oscar Peterson Theatre di Tokyo, per le Settimane Musicali di Lugano, le Serate Musicali di Milano, le Settimane Musicali di Stresa, la Salle Cortot di Parigi, l’Auditorium della Radio del Lussemburgo, il Teatro Olimpico di Vicenza, il Politeama Garibaldi di Palermo, l’Auditorium della Radio di Budapest, la Sala Rachmaninoff di Mosca, il Teatro Roldan di L’Avana, la Sala América di Santiago del Cile, il Teatro del Libertador di Córdoba, il Politeama Rossetti di Trieste, la Meb Sura Hall di Ankara e il Teatro dell'Opera di Casablanca.

Dal gennaio 2008 ha un contratto discografico esclusivo con la EMI. Nel 2008 verranno pubblicati i Quadri di un’Esposizione di Mussorgskij e la Terza Sonata di Prokofieff (live al Teatro Colon di Buenos Aires), oltre a Nove Sonate di Scarlatti “Live in Chicago” e il Trio dei Birilli di Mozart, le Romanze op.94 e i Märchenerzählungen op.132 di Schumann in un CD intitolato “I Solisti della Scala e Nazzareno Carusi live al Teatro alla Scala”.

Dopo il suo debutto in Carnegie Hall il settimanale America Oggi ha scritto di un "trionfo per il pianista italiano" e l’esecuzione (a Vicenza) della “Malédiction” di Liszt con la Philharmonische Camerata Berlin è stata recensita come una "serata di inquietante bellezza sonora". Il suo debutto al Teatro alla Scala con i Solisti della Scala è stato commentato così da Amadeus: “Nazzareno Carusi è un pianista dal tocco e dal fraseggio impeccabili”. Il Washington Post ha scritto: "Una serata d’arte mozzafiato. Carusi trasforma il pianoforte in un’orchestra di cento elementi". E la New York Concert Review ha commentato un suo recital alla Carnegie Hall come “una fenomenale dimostrazione di carismatica bravura musicale”.

Nel 2007 è stata pubblicata da Amadeus la sua registrazione live in Chicago di nove Sonate di Domenico Scarlatti: l’interpretazione è stata definita “visionaria”. Nel 2006 era uscita, sempre per Amadeus, l’incisione definita “magistrale” delle due Sonate op. 120 per pianoforte e clarinetto di Brahms con Fabrizio Meloni. Cord Garben, direttore artistico delle registrazioni di Arturo Benedetti Michelangeli per oltre quindici anni, ha così recensito il loro debutto alla Brahms-Gesellschaft di Amburgo: ““I musicisti hanno brillato d’un livello tecnico incredibile e spericolato. Un insieme praticamente perfetto e una scala completa di espedienti espressivi hanno fatto dell’ascolto un’avventura indimenticabile”. E poi ha aggiunto: “Gli ascoltatori hanno provato e accettato la magnetica scossa data loro dalla novità del non-legato del pianista Nazzareno Carusi”.

Nazzareno Carusi ha registrato concerti e interviste per molte televisioni. Fra queste la RAI, la WFMT Classical Radio Station di Chicago, la SBS Radio di Melbourne, la Radio della Svizzera Tedesca di Lucerna, la CHIN International RadioTelevision di Ottawa, la CFRB e la Rogers Television di Toronto, la TeleLatino di Montréal, la Radio Bucarest International, la Radio-Televisione di Istanbul e la Radio-Televisione di Salonicco.

Ha iniziato a insegnare nel 1989. E’ stato, negli anni 1992-1993, il più giovane assistente di Viktor Merzhanov e nel 1994 ha vinto il concorso per la cattedra di musica da camera che oggi ricopre al Conservatorio di Trieste, dove tiene anche il corso di perfezionamento pianistico per il Biennio di Specializzazione. È stato invitato a tenere masterclass per accademie e università in Europa, Nord e Sud America, Giappone e Oceania.

Dal 2001 è Artist-in-Residency della Northeastern Illinois University di Chicago.

La Junior Chamber Italiana gli ha attribuito il Premio TOYP Italia 2004 per la Cultura.

©2008 Associazione Amadeus Arte